SCM SIM

Solutions Capital Management SIM S.p.A. dopo il 28 luglio 2016, è la prima SIM quotata sul mercato AIM di Borsa Italiana. SCM SIM è una public company con un modello di business innovativo, sostenibile e unico in Italia. Infatti non si limita a svolgere il servizio di asset allocation per i propri clienti, ma considera il loro patrimonio con una visione d’insieme, occupandosi di tutti gli aspetti, quali questioni successorie, consulenza in campo assicurativo e immobiliare e ottimizzazione fiscale.

SCM SIM è indipendente da gruppi bancari, assicurativi e industriali e adotta un modello di business evoluto e trasparente, già in linea con la direttiva Mifid II.

La società non percepisce rebates da terzi, ovvero le commissioni retrocesse dall’emittente all’intermediario e non detiene neanche temporaneamente gli assets dei propri clienti, dando piena conoscenza dei costi e svincolandosi da ogni conflitto di interesse.

Il Wealth Management di SCM SIM, rappresenta la massima espressione del modello di business della società, che con una logica di Multi Family Office si posiziona, in maniera trasparente, a fianco dei propri clienti, proprio come un vero life coach, mantenendo una visione globale del patrimonio del cliente e fornendo in ogni settore e per ogni problematica, una soluzione ad hoc per il proprio cliente. Ad oggi la SIM, fondata nel 2009 da Antonello Sanna, attuale CEO, ha sede a Milano e uffici a Roma, Bergamo, Verona Latina e di recente anche a Londra, nel cuore di Mayfair.

L’espansione sulle più importanti piazze finanziarie fa parte dell’articolata strategia di crescita della società che prevede anche il potenziamento della rete dei consulenti finanziari, lo sviluppo di accordi commerciali con altri partner finanziari e un piano di stock option e stock grant rivolto a dipendenti, amministratori e collaboratori della Società al fine di incentivarli nella valorizzazione della SIM̀€ ed al tempo stesso di creare uno strumento di fidelizzazione.

La società ad oggi gestisce poco più di 500 clienti per un ammontare di circa 1,1 miliardi di euro di asset under control, di cui 80 per cento in Consulenza e 20 per cento in Gestione e conta 30 consulenti finanziari, con un portafoglio medio di 35 milioni di Euro.